ISCHIA, FOLLIA A CAVASCURA PARETE DI TUFO SVENTRATA PER METTERCI UN ASCENSORE

La spiaggia dei Maronti è da tempo interessata da un’intensa opera di trasformazione edilizia che sta progressivamente trasformando una baia incantevole in un inferno di cemento.
A seguito di segnalazione arrivata al nostro gruppo con tanto di foto che si allegano ci siamo recati presso la foce di Cavascura nel Comune di Barano d’Ischia ed abbiamo verificato la presenza di copioso materiale di risulta depositato sul letto dell’alveo naturale.
Oltre alle consuete brutture di cemento armato che stanno volgarizzando pesantemente una zona ad altissimo pregio naturalistico, vi sono persino trafori nella parete tufacea di ampie dimensioni, uno dei quali contiene addirittura un ascensore che non è ben chiaro se in funzione o meno. La cosa assurda è che si tratta di un alveo naturale che serve al deflusso delle acque e nei mesi piovosi può trasformarsi in un vero e proprio torrente con una grossa portata d’acqua. L’ascensore ha accesso proprio sull’alveo naturale del canalone.
Sono oltretutto visibili grossi quantitativi di materiale scavato che sono stati stesi sull’alveo del canalone. Tutto ciò mentre paradossalmente si elogia in alcuni articoli il colore turchese della Baia dei Maronti riconducendolo a giochi di correnti e limo, mentre a nostro modesto avviso, tale colore è dovuto alla massa enorme di materiale inerte polveroso che viene scaricato nei canaloni che hanno naturale sbocco in mare.
Abbiamo provveduto a segnalare al Comune di Barano nella figura del Sindaco, dell’Ufficio Tecnico e della Polizia Municipale, la presenza di questi lavori nella foce di Cavascura, chiedendo la verifica della legittimazione urbanistica e della presenza dei necessari pareri per lavori che a noi appaiono assurdi, inaccettabili in un’area così delicata anche sotto il punto di vista idrogeologico oltre che di grandissimo pregio naturalistico.

16700387_768213576687527_265061346822857540_o

16730324_768212000021018_7562355186645885604_n

16641043_768211886687696_8246240751905188393_n

16730550_768211730021045_4204157639574704532_n

Approfondisci

10430920_304775673031322_4818015764736731277_n

Il Movimento 5 Stelle Ischia porta Cava dell’Isola negli Uffici della Soprintendenza

10430920_304775673031322_4818015764736731277_nL’interrogazione parlamentare in merito allo scempio di Cava dell’Isola sta viaggiando ed è arrivata sui tavoli della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Napoli.
Già nei giorni scorsi siamo stati telefonicamente contattati dall’Ufficio della Soprintendenza responsabile per l’isola d’Ischia e ci è stato riferito che sulla questione erano state allertate le Forze dell’Ordine che hanno già compiuto le prime azioni a tutela del rispetto delle leggi.
Ieri il Movimento di Ischia è stato accolto in audizione nelle stanze del Palazzo Reale per fornire ulteriori dettagli sulla questione e così consentire indagini affinché vi siano i dovuti interventi e venga data un’esaustiva risposta all’interrogazione che ha attivato il Ministero sul tema.
Dritti per la nostra strada!

Approfondisci

logo regionalijpeg

Il Movimento ad Ischia c’è. E si vede! 

E’ con grande piacere e soddisfazione che ringraziamo tutti i cittadini isolani che hanno votato il Movimento 5 Stelle, permettendo così di mantenere un’ottima media isolana del 21% con un incremento di percentuale nei comuni di Lacco Ameno e Forio

europee2014

 

Per ottenere questo risultato, frutto dell’impegno e di una presenza assidua dal 2006 sull’isola, abbiamo intensificato il lavoro in questi ultimi 4 mesi con una spesa per la campagna elettorale che non supera i 100 euro, grazie ad una scelta di comunicazione diretta con i cittadini ed una promozione non elettorale ma informativa: quest’anno abbiamo infatti deciso di non ritirare ed usare la quota di manifesti e locandine a noi spettante ed abbiamo puntato compatti e decisi sui gazebo domenicali che hanno toccato i 6 comuni da gennaio. 

Ai gazebo è stato distribuito e discusso “il Volantone”, giornalino del Movimento nella sua versione locale e nazione. Una linea informativa che ha avuto un ottimo riscontro e che sarà ripetuta. Grazie a queste scelte la spesa totale per la campagna isolana in vista delle europee è stata al di sotto dei cento euro, ma ricca di impegno personale e di informazione utile. Ricordiamo al riguardo che il Movimento 5 Stelle rifiuterà i rimborsi elettorali anche per queste elezioni, come sempre fatto.

Vanno fatti poi i più grandi ringraziamenti ai rappresentanti di lista che hanno coperto quasi tutti i 62 seggi isolani, e hanno vigilato affinché tutte le operazioni di voto si svolgessero regolarmente. Un sentito grazie anche a tutti ai funzionari componenti dei seggi, che hanno svolto tutte le operazioni con serietà e professionalità.

Questa tornata elettorale è stata molto più dura delle scorse politiche perché gareggiavamo con le ambite e giuste preferenze, “terreno di gioco” ancora arduo per noi, legato molto e purtroppo alla pratica clientelare e di scambio, qui molto forte, e nonostante ciò, in un paragone con le regionali che hanno un sistema molto simile (nel 2010 ci attestammo al 4,7%), oggi esplodiamo sull’isola con un importante 23% di media, tenendo testa ad un rappresentante isolano in lista opposta che ha fatto una campagna ultrainvasiva. Ci siamo difesi egregiamente e lealmente, riuscendo a portare a casa un risultato grandioso .

Lo Tsunami che ha travolto la politica italiana lo scorso anno si conferma roccioso, e ne abbiamo dato tutti prova a questo appuntamento europeo. Siamo riusciti a fare entrare nel parlamento europeo, ben 17 portavoce, di cui 5 della circoscrizione sud, di cui 2 campani
Adesso siamo 5000 coesi sull’Isola d’Ischia! Abbiamo il dovere di continuare a lavorare sempre più e meglio e per farlo abbiamo bisogno di tutti coloro che sperano e sono disposti a lavorare per un cambiamento! Grazie Ischia!

Approfondisci