Bacheca messaggi Meetup Isola d'Ischia Forum di discussione generale › HABEMUS DEPUTATUM!

HABEMUS DEPUTATUM! DE SIANO HA ORA TRE POLTRONE CONTEMPORANEAMENTE: PROVINCIA, REGIONE E CAMERA DEI DEPUTATI!

Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 3.338
Tre giorni fa (lunedì pomeriggio) sono rimasto colpito dal leggere questa pseudo-intervista su Ischiablog a firma "redazione" dal titolo DOMENICO DE SIANO: I MIEI PRIMI SEI MESI
Ho quindi postato il seguente commento

Ma che bella "intervista" (o dovremmo definirlo articolo "promozional-politico?") Si puo' conoscere il nome del montanelli ischitano?
Ora capisco perché "la redazione" ha rifiutato di inserire il banner dell'iniziativa del Movimento 5 Stelle Isola d'Ischia contro la violazione della Costituzione da parte di Domenico De Siano che da oltre 54 giorni occupa impunemente la carica di deputato e quella di consigliere regionale.
Per Ischiablog evidentemente il campo di basket e la casa famiglia "fasolara" sono più meritevoli di spazio che un'iniziativa tesa a garantire il rispetto della nostra Costituzione.
Avevate paura forse che cosi facendo avreste perso la generosa pubblicità elettorale di De Siano?
Che vergogna!


Ma non è mai stato pubblicato (anche dopo aver riprovato nel dubbio ci fosse stato un errore tecnico la prima volta).
L'ho quindi inserito come "pensiero" su Facebook e, invece di trovare appoggio e/o solidarietà sono stato quasi "redarguito" da Mario che mi ha ricordato come Ischiablog ci abbia così gentilmente offerto lo spazio web...



Mario Goffredo Andrea Ischiablog ci concede lo spazio del Blog dove questa iniziativa ha la massima evidenza, e ha più volte pubblixcato articoli che non promuovevano affatto la figura di De Siano, anzi ne sottolineavano l'inclusione in questioni molto poco cristalline.
martedì alle 10.37 ·

Andrea D'Ambra
Mario se Ischiablog ci concede lo spazio avrà anche i suoi interessi a farlo (vedi banner promozionali). Noi non dipendiamo certo da Ischiablog (almeno non io) quindi sono disponiblissimo a finanziare un hosting per acquistare uno spazio we...b "indipendente" se è questa la condizione sine qua non per poter esprimere una critica nei confronti di Ischiablog. Io ho chiesto loro di pubblicare il banner dell'iniziativa del Movimento 5 Stelle su De Siano così come hanno fatto con il campo di basket e la casa famiglia fasolara ma la risposta è stata negativa. Evidentemente i soldi che de siano (e gli altri politici) paga/no per la pubblicità elettorale sono una forte arma di pressione nei confronti dei mezzi di informazione. E tu dovresti ricordarlo dall'esperienza delle scorse elezioni.
martedì alle 10.52

Ora mi piacerebbe davvero conoscere la vostra posizione e se condividete il mio commento vi pregherei di inserirlo per vedere se almeno a voi Ischiablog lo pubblica.
Grazie!
Andrea
Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 3.344
L'addetto stampa della Camera dei Deputati intanto martedì mi ha scritto informandomi che

"Ciao! Domani (mercoledì N.D.A.) la giunta (delle elezioni N.D.A.) dovrebbe decidere, in ogni caso il deputato in questione (DE SIANO N.D.A.) non deve restituire nulla. Buon lavoro

Quindi, non solo rimane per mesi deputato quando l'Art. 122 della Costituzione prescrive chiaramente che in casi come il suo non potrebbe

Nessuno può appartenere contemporaneamente a un Consiglio o a una Giunta regionale e ad una delle Camere del Parlamento, ad un altro Consiglio o ad altra Giunta regionale, ovvero al Parlamento europeo.

Ma, il bello deve ancora venire, perché, una volta revocato la Camera non gli chiede neanche di restituire gli stipendi (di circa 12 MILA EURO AL MESE) che ha percepito fino a quel momento in violazione di quanto disposto dalla Costituzione.

E' come se uno di noi beneficiasse di un aiuto sociale o di un'indennità da parte dello Stato che non potrebbe avere (es. disoccupazione) e che al momento in cui l'Autorità riconosce che la persona non ne ha diritto si limita semplicemente a fermare l'erogazione della somma senza chiedergli il rimborso di quanto ricevuto fino a quel momento. Non so a voi ma a me sembra assurdo!!

Ancor di più alla luce dell'Art 3 della Legge 31 ottobre 1965, n. 1261 (Determinazione dell'indennità spettante ai membri del Parlamento) che dispone

Con l'indennità parlamentare non possono cumularsi assegni o indennità medaglie o gettoni di presenza comunque derivanti da incarichi di carattere amministrativo, conferiti dallo Stato, da Enti pubblici, da banche di diritto pubblico, da enti privati concessionari di pubblici servizi, da enti privati con azionariato statale e da enti privati aventi rapporti di affari con lo Stato, le Regioni, le Province ed i Comuni. L'indennità di cui all'art. 1, fino alla concorrenza dei quattro decimi del suo ammontare, detratti i contributi per la Cassa di previdenza dei parlamentari della Repubblica, non è cumulabile con stipendi, assegni o indennità derivanti da rapporti di pubblico impiego, secondo quanto disposto dal successivo art. 4. Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle indennità e agli assegni derivanti da incarichi accademici, quando i rispettivi titolari siano stati posti in aspettativa. Restano in ogni caso escluse dal divieto di cumulo le indennità per partecipazione a Commissioni giudicatrici di concorso, a missioni a Commissioni di studio e a Commissioni d'inchiesta.

Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 3.345
Ieri mi ha scritto il Presidente della Giunta Elezioni della Camera dei Deputati Maurizio Migliavacca (PD) informandomi che

la dichiarazione di incompatibilità di D. De Siano è all'ordine del giorno della riunione odierna (giovedì 17 N.D.A.) della Giunta delle Elezioni. IL resconto della seduta di oggi sarà pubblicato sul sito della Camera nel tardo pomeriggio.

Il resoconto della seduta è qui.
Pur avendo una laurea in scienze politiche ci vorrebbe un dottorato in politichese per capire quello che è scritto lì.
Da quello che si capisce si convalida l'elezione di De Siano nonostante l'Art 122 della Costituzioni parli chiarissimo disponendo il divieto per un consigliere regionale di appartenere anche alla Camera dei Deputati e allo stesso tempo si invita il presidente della Camera a scrivere al deputato incompatibile De Siano per chiedergli la cortesia di voler gentilmente scegliere tra rimanere deputato o consigliere regionale.

Constatato che non vi sono obiezioni, avverte che s'intende approvata la proposta del Comitato di accertare l'incompatibilità con il mandato parlamentare della carica di consigliere regionale della Campania, ricoperta dal deputato Domenico De Siano.
Provvederà ad effettuare immediatamente la comunicazione al Presidente della Camera ai sensi dell'articolo 17, comma 2, del regolamento della Giunta, ai fini dei conseguenti inviti ad optare.
La Giunta concorda.

Questo dopo quasi due mesi dalla nomina a deputato, in aperta violazione alla Costituzione e che permette al sig De Siano di percepire un ulteriore (e incostituzionale) stipendio di circa 12 mila euro al mese che, tra l'altro una volta revocata la sua carica, la camera non gli chiederà di restituire (nonostante l'Art 3 della Legge 31 ottobre 1965, n. 1261).
Alla faccia di tutti quelli che devono alzarsi presto la mattina e lavorare duro tutta la giornata per portarsi a casa uno stipendio di mille euro al mese.shock
Mario G.
user 3721573
Ischia, NA
Post n.: 1.500
Ieri mi ha scritto il Presidente della Giunta Elezioni della Camera dei Deputati Maurizio Migliavacca (PD) informandomi che

la dichiarazione di incompatibilità di D. De Siano è all'ordine del giorno della riunione odierna (giovedì 17 N.D.A.) della Giunta delle Elezioni. IL resconto della seduta di oggi sarà pubblicato sul sito della Camera nel tardo pomeriggio.

Il resoconto della seduta è qui.
Pur avendo una laurea in scienze politiche ci vorrebbe un dottorato in politichese per capire quello che è scritto lì.
Da quello che si capisce si convalida l'elezione di De Siano nonostante l'Art 122 della Costituzioni parli chiarissimo disponendo il divieto per un consigliere regionale di appartenere anche alla Camera dei Deputati e allo stesso tempo si invita il presidente della Camera a scrivere al deputato incompatibile De Siano per chiedergli la cortesia di voler gentilmente scegliere tra rimanere deputato o consigliere regionale.

Constatato che non vi sono obiezioni, avverte che s'intende approvata la proposta del Comitato di accertare l'incompatibilità con il mandato parlamentare della carica di consigliere regionale della Campania, ricoperta dal deputato Domenico De Siano.
Provvederà ad effettuare immediatamente la comunicazione al Presidente della Camera ai sensi dell'articolo 17, comma 2, del regolamento della Giunta, ai fini dei conseguenti inviti ad optare.
La Giunta concorda.

Questo dopo quasi due mesi dalla nomina a deputato, in aperta violazione alla Costituzione e che permette al sig De Siano di percepire un ulteriore (e incostituzionale) stipendio di circa 12 mila euro al mese che, tra l'altro una volta revocata la sua carica, la camera non gli chiederà di restituire (nonostante l'Art 3 della Legge 31 ottobre 1965, n. 1261).
Alla faccia di tutti quelli che devono alzarsi presto la mattina e lavorare duro tutta la giornata per portarsi a casa uno stipendio di mille euro al mese.shock

Minkia, bello skifo. Che ne dici Andrea di preparare un bel post a nome del MoVimento da inserire nel blog per appunto informare i cittadini che hanno compilato il form che abbiamo messo loro a disposizione? Comunque ottimo lavoro.
Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 3.346
Ieri mi ha scritto il Presidente della Giunta Elezioni della Camera dei Deputati Maurizio Migliavacca (PD) informandomi che

la dichiarazione di incompatibilità di D. De Siano è all'ordine del giorno della riunione odierna (giovedì 17 N.D.A.) della Giunta delle Elezioni. IL resconto della seduta di oggi sarà pubblicato sul sito della Camera nel tardo pomeriggio.

Il resoconto della seduta è qui.
Pur avendo una laurea in scienze politiche ci vorrebbe un dottorato in politichese per capire quello che è scritto lì.
Da quello che si capisce si convalida l'elezione di De Siano nonostante l'Art 122 della Costituzioni parli chiarissimo disponendo il divieto per un consigliere regionale di appartenere anche alla Camera dei Deputati e allo stesso tempo si invita il presidente della Camera a scrivere al deputato incompatibile De Siano per chiedergli la cortesia di voler gentilmente scegliere tra rimanere deputato o consigliere regionale.

Constatato che non vi sono obiezioni, avverte che s'intende approvata la proposta del Comitato di accertare l'incompatibilità con il mandato parlamentare della carica di consigliere regionale della Campania, ricoperta dal deputato Domenico De Siano.
Provvederà ad effettuare immediatamente la comunicazione al Presidente della Camera ai sensi dell'articolo 17, comma 2, del regolamento della Giunta, ai fini dei conseguenti inviti ad optare.
La Giunta concorda.

Questo dopo quasi due mesi dalla nomina a deputato, in aperta violazione alla Costituzione e che permette al sig De Siano di percepire un ulteriore (e incostituzionale) stipendio di circa 12 mila euro al mese che, tra l'altro una volta revocata la sua carica, la camera non gli chiederà di restituire (nonostante l'Art 3 della Legge 31 ottobre 1965, n. 1261).
Alla faccia di tutti quelli che devono alzarsi presto la mattina e lavorare duro tutta la giornata per portarsi a casa uno stipendio di mille euro al mese.shock

Minkia, bello skifo. Che ne dici Andrea di preparare un bel post a nome del MoVimento da inserire nel blog per appunto informare i cittadini che hanno compilato il form che abbiamo messo loro a disposizione? Comunque ottimo lavoro.

Fra poco vado al lavoro e nel tardo pomeriggio ho l'università ma spero di riuscirci questo fine settimana con un bel post da inserire sul sito del Movimento e inviare agli organi di stampa.
Certo del vostro sostegno!
Mario G.
user 3721573
Ischia, NA
Post n.: 1.502
Proposta di comunicato e post

La Giunta delle Elezioni accerta l’incompatibilità di Domenico De Siano.

La Giunta delle Elezioni della Camera dei Deputati riunitasi in data 17 novembre 2010, grazie alle segnalazioni pervenute numerose in merito all'incompatibilità di Domenico De Siano che ricopre incostituzionalmente la carica di consigliere regionale e deputato del Parlamento italiano, ha affrontato come punto dell'ordine del giorno la questione incompatibilità ed ineleggibilità di quest'ultimo.

Ricordiamo che l'art. 122 della Costituzione della Repubblica Italiana recita al secondo comma: "Nessuno può appartenere contemporaneamente a un Consiglio o a una Giunta regionale e ad una delle Camere del Parlamento, ad un altro Consiglio o ad altra Giunta regionale, ovvero al Parlamento europeo". Risulta, pertanto, palese l'incompatibilità costituzionale che riguarda il deputato De Siano, che allo stato - giova ricordarlo - ricopre oltre la carica parlamentare anche quella di Consigliere Regionale, Consigliere Provinciale e Consigliere Comunale, calpestando non solo la Costituzione, ma anche il buon senso e la dignità di lavorare con dedizione ed impegno ad una sola carica pubblica, senza cumulare più stipendi profumatamente pagati dal Popolo Italiano.

La Giunta delle Elezioni, come si evince chiaramente dal resoconto della seduta presente sul sito del Parlamento, ha unanimamente "preso atto" dell'incompatibilità della doppia carica di De Siano, provvedendo ai sensi dell’art. 17 comma 2 del Regolamento della Giunta a comunicare al Presidente della Camera, On.le Gianfranco Fini, tale circostanza affinchè adotti gli opportuni provvedimenti per il rispetto della Costituzione. Ha invece deliberato la piena eleggibilità di Domenico De Siano.

La palla pertanto passa all’On.le Gianfranco Fini al quale stiamo già preparando opportuna sollecitazione affinchè provveda senza esitazione all’adozione di tutti i necessari provvedimenti affinché venga rispettata la Costituzione della Repubblica Italiana. Non tolleriamo l’ingiusto e reiterato ladrocinio di denaro pubblico.
Donato M.
Staff_M5S_Ischia
Ischia, NA
Post n.: 368
Proposta di comunicato e post

La Giunta delle Elezioni accerta l’incompatibilità di Domenico De Siano.

La Giunta delle Elezioni della Camera dei Deputati riunitasi in data 17 novembre 2010, grazie alle segnalazioni pervenute numerose in merito all'incompatibilità di Domenico De Siano che ricopre incostituzionalmente la carica di consigliere regionale e deputato del Parlamento italiano, ha affrontato come punto dell'ordine del giorno la questione incompatibilità ed ineleggibilità di quest'ultimo.

Ricordiamo che l'art. 122 della Costituzione della Repubblica Italiana recita al secondo comma: "Nessuno può appartenere contemporaneamente a un Consiglio o a una Giunta regionale e ad una delle Camere del Parlamento, ad un altro Consiglio o ad altra Giunta regionale, ovvero al Parlamento europeo". Risulta, pertanto, palese l'incompatibilità costituzionale che riguarda il deputato De Siano, che allo stato - giova ricordarlo - ricopre oltre la carica parlamentare anche quella di Consigliere Regionale, Consigliere Provinciale e Consigliere Comunale, calpestando non solo la Costituzione, ma anche il buon senso e la dignità di lavorare con dedizione ed impegno ad una sola carica pubblica, senza cumulare più stipendi profumatamente pagati dal Popolo Italiano.

La Giunta delle Elezioni, come si evince chiaramente dal resoconto della seduta presente sul sito del Parlamento, ha unanimamente "preso atto" dell'incompatibilità della doppia carica di De Siano, provvedendo ai sensi dell’art. 17 comma 2 del Regolamento della Giunta a comunicare al Presidente della Camera, On.le Gianfranco Fini, tale circostanza affinchè adotti gli opportuni provvedimenti per il rispetto della Costituzione. Ha invece deliberato la piena eleggibilità di Domenico De Siano.

La palla pertanto passa all’On.le Gianfranco Fini al quale stiamo già preparando opportuna sollecitazione affinchè provveda senza esitazione all’adozione di tutti i necessari provvedimenti affinché venga rispettata la Costituzione della Repubblica Italiana. Non tolleriamo l’ingiusto e reiterato ladrocinio di denaro pubblico.

ottimo!!!
Iscritto precedentemente
Post n.: 151
Proposta di comunicato e post

La Giunta delle Elezioni accerta l’incompatibilità di Domenico De Siano.

La Giunta delle Elezioni della Camera dei Deputati riunitasi in data 17 novembre 2010, grazie alle segnalazioni pervenute numerose in merito all'incompatibilità di Domenico De Siano che ricopre incostituzionalmente la carica di consigliere regionale e deputato del Parlamento italiano, ha affrontato come punto dell'ordine del giorno la questione incompatibilità ed ineleggibilità di quest'ultimo.

Ricordiamo che l'art. 122 della Costituzione della Repubblica Italiana recita al secondo comma: "Nessuno può appartenere contemporaneamente a un Consiglio o a una Giunta regionale e ad una delle Camere del Parlamento, ad un altro Consiglio o ad altra Giunta regionale, ovvero al Parlamento europeo". Risulta, pertanto, palese l'incompatibilità costituzionale che riguarda il deputato De Siano, che allo stato - giova ricordarlo - ricopre oltre la carica parlamentare anche quella di Consigliere Regionale, Consigliere Provinciale e Consigliere Comunale, calpestando non solo la Costituzione, ma anche il buon senso e la dignità di lavorare con dedizione ed impegno ad una sola carica pubblica, senza cumulare più stipendi profumatamente pagati dal Popolo Italiano.

La Giunta delle Elezioni, come si evince chiaramente dal resoconto della seduta presente sul sito del Parlamento, ha unanimamente "preso atto" dell'incompatibilità della doppia carica di De Siano, provvedendo ai sensi dell’art. 17 comma 2 del Regolamento della Giunta a comunicare al Presidente della Camera, On.le Gianfranco Fini, tale circostanza affinchè adotti gli opportuni provvedimenti per il rispetto della Costituzione. Ha invece deliberato la piena eleggibilità di Domenico De Siano.

La palla pertanto passa all’On.le Gianfranco Fini al quale stiamo già preparando opportuna sollecitazione affinchè provveda senza esitazione all’adozione di tutti i necessari provvedimenti affinché venga rispettata la Costituzione della Repubblica Italiana. Non tolleriamo l’ingiusto e reiterato ladrocinio di denaro pubblico.

Ottimo
Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 3.348
Grazie Mario!
Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 3.355
LA SCELTA DI DE SIANO
giovedì 18 novembre 2010

30 giorni a partire da oggi: è il tempo concesso all'onorevole de siano per optare, ovvero scegliere tra l'incarico parlamentare e quello di consigliere regionale. Data ultima, il 18 dicembre, altrimenti poi sarà calendarizzato in aula a montecitorio il voto sulla decadenza. Comunque vada, de siano potrà così votare per la seconda volta dal suo ingresso alla camera dei deputati, la fiducia al governo berlusconi, prevista per il 14 dicembre.

Appena ieri la giunta per le elezioni di montecitorio aveva esaminato il suo caso, rimandando il tutto nelle mani del presidente Fini che avrebbe dovuto scrivere al deputato de siano per chiedergli ufficialmente di optare, tra un incarico e l'altro, tra loro incompatibili. E la lettera di fini non si è fatta attendere, e stamani è stata recapitata nelle mani dell'onorevole de siano.

Teleischia

Questo ha davvero intenzione di sfruttare fino all'ultimo giorno utile per restare lì alla faccia del rispetto della LEGGE FONDANTE DELLA NOSTRA REPUBBLICA: LA COSTITUZIONE!

VER-GO-GNO-SO!

PER SCRIVERE A DE SIANO: CLICCATE QUI o QUI
Powered by mvnForum

La gente in questo
Meetup appartiene anche a:

Iscriviti

Iscritti a Meetup, Entrate

Cliccando "Iscriviti" o "Iscriviti usando Facebook", confermi di accettare i nostri Termini di Servizio & Politica di Privacy