Centrale Geotermica di Serrara Fontana: l’esito dell’incontro

Questa mattina si è svolto come da programma l’incontro informativo sul reale sviluppo del percorso verso la probabile realizzazione della centrale geotermica sull’isola d’Ischia, nel comune di Serrara Fontana, scaturita dall’emanazione del Decreto Legislativo n. 28 del 3 marzo 2011 in attuazione della Direttiva 2009/28/CE del Parlamento Europeo.

11817179_420601308111502_4008735947015237641_n

Il Prof. Giuseppe De Natale e il Dott. Bartolomeo Garofalo hanno spiegato in modo esaustivo e semplice, attraverso slide realizzate per l’occasione la reale situazione dello studio di fattibilità del sistema di trasformazione dell’energia geotermica in energia elettrica.

De Natale ha illustrato in maniera dettagliata il funzionamento del sistema citando casi simili a livello europeo ed esponendo il proprio punto di vista come Direttore dell’Osservatorio Vesuviano e chiarendo uno ad uno i vari dubbi e perplessità manifestati dai numerosi presenti all’incontro.

Garofalo ha invece presentato una relazione sul reale andamento dello studio di fattibilità specificando che l’8 Agosto il MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) rilascierà il permesso di ricerca di concerto con il Ministero dell’Ambiente, a seguito dell’esito favorevole della VIA e dell’intesa regionale, tenuto conto delle risultanze istruttorie, ivi compresi il pronunciamento della CIRM e le determinazioni della Conferenza di Servizi. All’atto del rilascio del permesso di ricerca è approvato il relativo programma dei lavori e sono stabilite le condizioni e le modalità alle quali è fatto obbligo al concessionario di ottemperare per la costruzione e l’esercizio degli impianti di coltivazione dei fluidi geotermici in caso di esito della ricerca conforme a quanto indicato nell’istanza di permesso di ricerca.

11813525_420601348111498_2151020740074773278_n

Inoltre ha proceduto nella spiegazione dei seguenti punti:

  • Ha illustrato in dettaglio luogo e tipologia di perforazioni
  • Distribuzione delle isoterme
  • Localizzazione dell’impianto e dell’elettrodotto MT tramite simulazioni 3D
  • Visibilità dell’impianto e impatto ambientale sempre tramite simulazione
  • Ha fornito informazioni sulla ditta che si occuperà della costruzione dell’impianto (Ormat)
  • Ha illustrato in dettaglio il funzionamento della centrale geotermica a ciclo binario ORC e la struttura dei pozzi con relativa proiezione orizzontale e 3D
  • Ha illustrato lo studio sul livello di rumore durante le perforazioni
  • Ha infine illustrato esempi simili presenti in Italia e USA

Dalla relazione è emerso che l’impatto ambientale è estremamente limitato e che il funzionamento della centrale geotermica risulta essere a ciclo chiuso: ciò che viene prelevato dal sottosuolo viene reimmesso come anche i gas vengono continuamente portati da stato liquido a gassoso e riutilizzati in maniera ripetitiva senza alcuna dispersione nell’ambiente, tutelando così l’equilibrio naturale sotterraneo ed esterno del luogo.

Cliccando qui è possibile scaricare il PDF illustrato dal Dott. Garofalo durante la sessione mattutina, mentre tra pochi giorni sarà disponibile il video con i vari interventi.

Lo staff di Ischia Forum ringrazia inoltre l’ass. Vito Iacono per la concessione dello spazio e l’ottima accoglienza e comunica che organizzerà prossimamente altri eventi simili al fine di informare correttamente la cittadinanza sul reale sviluppo della Centrale Geotermica di Serrara Fontana.

Lo Staff

Approfondisci

Tessere di libero percorso: arriva la pistola fumante!

Qualche mese fa avevamo denunciato l’esistenza di queste tessere distribuite da Alilauro a personaggi con incarichi “importanti”. Ora dal Sindaco di Capri arriva la conferma dell’esistenza di questo assurdo privilegio. Dopo le crociere ad alti ufficiali da parte dell’armatore di Medmar e la maxi multa per il cartello anti-concorrenziale nel golfo di Napoli un’altra pratica molto discutibile da parte di chi gestisce i trasporti marittimi nel golfo di Napoli senza più la concorrenza della Caremar divorata dai suoi ex concorrenti. Una pratica che deve cessare (Alilauro, ricordiamolo, è concessionaria di un pubblico servizio senza aver vinto alcuna gara) e su cui chiediamo alla Magistratura di fare piena luce rendendo pubblica la lista di tutti i beneficiari di queste “tessere di libero percorso” per fare in modo di far morire sul nascere eventuali sospetti che queste vengano solo distribuite a chi ha un qualche potere o incarico pubblico. (sperando non siano già finite anche a magistrati).

di Andrea D’Ambra

capri

Approfondisci

11745359_10207287986068075_8603582925830611024_n[1]

EVENTO – Centrale Geotermica di Serrara Fontana: Opportunità o rischio per la popolazione?

Lo staff di Ischia Forum ha seguito fin dall’inizio l’evoluzione delle procedure che hanno portato alla richiesta di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) per il progetto di costruzione di una centrale geotermica sull’isola d’Ischia, nel comune di Serrara Fontana, scaturita dall’emanazione del Decreto Legislativo n. 28 del 3 marzo 2011 in attuazione della Direttiva 2009/28/CE del Parlamento Europeo. Si è studiata attentamente tutta la documentazione depositata dalla società IschiaGeoTermia Srl, discusso con professionisti e ricercatori che si occupano di geotermia e delle tecnologie per lo sfruttamento della risorsa, analizzato impianti analoghi nel mondo. Contemporaneamente si è constatato che sull’argomento geotermia e fonti energetiche rinnovabili esiste ancora una gran confusione a cui non giova il fatto di mettere in evidenza esclusivamente i rischi ambientali connessi ad un impianto di ultima generazione, ove mai questi esistessero. Sulla scorta delle informazioni criticamente raccolte e discusse, si è deciso di promuovere un incontro pubblico per il prossimo martedì 28 luglio alle ore 10:30. L’incontro si terrà presso i locali di fronte l’Antica Libreria Mattera in vico San Gaetano a Forio, grazie all’ospitalità del Consigliere, presso il comune di Forio, Vito Iacono.
Proveremo a fare il punto della situazione a partire da due brevi conferenze: la prima, a cura di Bartolomeo Garofalo, geologo, verterà sull’analisi tecnica del progetto relativo alla centrale geotermica di Serrara Fontana. La seconda, a cura di Giuseppe De Natale, direttore dell’Osservatorio Vesuviano, sarà invece improntata sul tema dei rischi ambientali indotti dall’attività di estrazione delle risorse geotermiche. Infine verrà dato lo spazio necessario alle eventuali domande sulla tematica discussa.

BREVE CV DEI DUE RELATORI

Giuseppe De Natale, laureato in Fisica all’Università di Napoli nel 1983, ha conseguito il Dottorato in Geofisica della Terra Solida all’Università “Paris 7” di Parigi. È Coordinatore del Progetto Internazionale “Campi Flegrei Deep Drilling Project” (CFDDP), Direttore Scientifico della Piattaforma Tecnologica Italiana sull’Energia Geotermica del Ministero dell’Università e Ricerca (MIUR), e Coordinatore di settore della Piattaforma Tecnologica Geotermoelettrica Europea TP-Geoelec dell’European Geothermal Energy Committee. È inoltre Responsabile INGV nell’EERA-JPGE (European Energy Research Alliance-Joint Program Geothermal Energy) ed è stato membro del CTGA (Comitato Tecnico sulla Geotermia dell’Amiata) del CEGL-Regione Toscana nel periodo 2010 – 2013. I suoi interessi di ricerca includono Sismologia, Geodesia, Vulcanologia e Geochimica, Geotermia. Autore di circa 150 pubblicazioni scientifiche e di numerosi articoli divulgativi; Editor di numerosi libri e volumi speciali in Geofisica e Vulcanologia; Responsabile di numerosi progetti di ricerca in ambito nazionale e internazionale. È stato insignito della membership dell’Academia Europaea dal 2005. Ricopre la carica di Direttore dell’Osservatorio Vesuviano dal 2013.

Bartolomeo Garofalo si è laureato in geologia nel 2000 presso l’Università di Napoli “Federico II”. Presso lo stesso Ateneo ha conseguito un Dottorato di Ricerca in Geofisica e Vulcanologia nel 2004. Dopo un breve periodo come ricercatore universitario a contratto nell’ambito dell’applicazione di tecniche geofisiche ai BB. CC. AA., da circa 10 anni svolge l’attività di consulenza in progetti di indagini geofisiche superficiali per la ricerca d’acqua, cavità sotterranee, strutture archeologiche sepolte, mappatura dei sottoservizi, indagini di testing per l’ingegneria tra Europa, Africa e Medio Oriente. Originario di Torre del Greco (NA), vive a Forio dal 2003.

11745359_10207287986068075_8603582925830611024_n[1]

Approfondisci